Associazioni O.R.A.A. ONLUS
(Obiettivo Recupero Animali e Ambiente)
Via Umberto I n° 20
73016 San Cesario di Lecce

Lucio

"Modifiche e integrazioni alle leggi regionali 9 agosto 2006, n. 26 (Interventi in materia sanitaria) e 3 aprile 1995, n. 12 (Interventi per la tutela degli animali d'affezione e prevenzione del randagismo)" 

IL CONSIGLIO REGIONALE 
HA APPROVATO 


IL PRESIDENTE 
DELLA GIUNTA REGIONALE 

PROMULGA 

La seguente legge: 

Art. 6 
(Modifica all'articolo 5 della legge regionale 3 aprile 1995, n. 12) 

1. Il terzo periodo del comma 2 dell'articolo 5 della legge regionale 3 aprile 1995, n. 12 (Interventi per la tutela degli animali d'affezione e prevenzione del randagismo), aggiunto dall'articolo 2, comma 1, lettera b), della l.r. 26/2006, è sostituito dal seguente: "Sugli animali randagi presenti nel territorio i servizi veterinari delle AUSL, servendosi di strutture proprie o regolarmente accreditate, effettuano interventi chirurgici di sterilizzazione, individuati nella ovarioisterectomia per le femmine e nella orchiectomia nei maschi". 
La presente legge è dichiarata urgente e sarà pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione ai sensi e per gli effetti dell'art. 53, comma 1 della L.R. 12/05/2004, n° 7 "Statuto della Regione Puglia" ed entrerà in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione. 
E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e farla osservare come legge della Regione Puglia. 

Data a Bari, addì 12 dicembre 2006 

VENDOLA 
Note: 


Testo riformulato dell'articolo 5della legge regionale 3aprile 1995, n.12 


Art.5 
(Profilassi) 

1. La Giunta regionale, su proposta della Commissione di cui all'art.12 della presente legge e sentite le associazioni e gli enti di cui al successivo art.13che ne facciano richiesta: 
a) adotta i provvedimenti per la prevenzione del randagismo e la tutela degli animali; 
b) promuove e attiva, di concerto con la Sovrintendenza scolastica, corsi di educazione sanitaria, nelle scuole di ogni ordine e grado, intesi a definire un corretto rapporto uomo - animale; 
c) istituisce corsi di formazione professionale e di aggiornamento per il personale addetto all'attuazione della presente legge. 

2. La Regione e le USL, attraverso i Servizi veterinari, con la collaborzione dei medici veterinari liberi professionisti e degli enti e associazioni zoofile e protezionistiche, promuovono la conoscenza e la diffusione dei metodi per il controllo della riproduzione degli animali d'affezione. A tal fine le USL possono predisporre interventi, su base volontaria, atti al controllo delle nascite, servendosi delle strutture proprie, tenuto conto del progresso scientifico. Sugli animali randagi presenti nel territorio i servizi veterinari delle AUSL, servendosi di strutture proprie o regolarmente accreditate, effettuano interventi chirurgici di sterilizzazione, individuati nella ovarioisterectomia per le femmine e nella orchiectomia nei maschi.Le autorità sanitarie locali possono disporre la reimmissione sul territorio di provenienza degli animali sottoposto a preventivo intervento di sterilizzazione.Il Comune provvede a effettuare una polizza per eventuali danni. 

3. Gli interventi per la limitazione delle nacite degli animali di cui al precedente comma 2 sono effettuati da medici veterinari dipendenti dal Servizio sanitario nazionale o da medici veterinari liberi professionisti convenzionati.

e-max.it: your social media marketing partner

    donazione2r

Se vuoi donarci il tuo 5x1000

nr

         Associazione O.R.A.A. ONLUS
  (Obiettivo Recupero Animali e Ambiente)
                 Via Umberto I n° 20
             73016 San Cesario di Lecce